vajontOrgLogo - somerights_CC - Fatta a mano con un Mac

'ITALIANI, BRAVA GENTE' . . . .
0
AGGIORNAMENTO, 2013 ... - L'ultimo OLTRAGGIO, spacciato per 'OMAGGIO' ... (Clicca l'immagine)
GiroOltraggioVajont - Le TANGENTI, da anni, sono mascherate dai CORROTTI come

    . . .
    «Questa è la storia der passato
    Ch'era finito ed è ricominciato
    Questa è la storia der presente
    Che se ce guardi nun capisci gnente
    Ma è puro la storia der futuro
    Chi la capisce ce po' annà sicuro»

    Franco Antonicelli - ("Canzonetta") Regina Coeli, 10 gennaio 1944

Come la città di TROIA: ogni amministrazione di Longarone dal dicembre 1964 (amministrazione Protti) in poi è stata "eletta" (scelta dagli 'uscenti' e dal Sistema che li SCELSE) per proteggere le PORCATE della PRECEDENTE, e ove occorra, aggiungendone di NUOVE, e di PROPRIE.

COME ricercatore [e nel 2009 persino da candidato a sindaco, volontario], si rileva che ad ogni tornata "elettorale" e in particolare dall'era BRATTI in avanti, il *fatto* è divenuto documentalmente sempre più EVIDENTE, fino all'apoteosi OSCENA del "giovane Sindaco 1999/2009 De Cesero Pierluigi". Totalmente sganciato dalla vicenda Vajont, essendo nato sei anni dopo, essendone moralmente alieno si è permesso di tutto e di più per passare indegnamente - purtroppo per tutti SBANDANDO e CONTROMANO - alla Storia di questo Paese.
Colgo qui nuovamente l'occasione di RINGRAZIARLO, per avermi scioccato nell'ottobre 2004, quando sfrattò il Comitato Sopravvissuti di Longarone, e dandomi da quel preciso momento millemila motivi di investigare a fondo il CRIMINE "Vajont".
Non meno efficace di lui - sul piano dell'ignominia e del cinismo criminale - l'avvocato del Comune mafioso, ovvero il deputato Avvocato Dottor Maurizio Paniz, altrettanto DELINQUENTE (ma finora "rispettabile e incensurato" e impunito come il suo cliente).
"Mi fanno schifo le persone che provano un sentimento di fratellanza perché hanno scoperto - l'una nell'altra - la medesima bassezza"
Sono parole tratte da un libro di Milan Kundera, e che - secondo me, Tiziano Dal Farra - calzano perfettamente al Sig. 'Mubarak' Paniz e a tutti i suoi "clienti" & sodali.

LONGARONE COME TROIA, e più di TROIA: le $tratificazioni ammini$trative Longarone$i.

[ PADRIN (nomen omen?) Roberto [Sindaco ATTUALE, dal 09.06.2009 a oggi] ]
Passa IGNOBILMENTE alla Storia nel 2013 del CINQUANTESIMO.
Eterodiretto, ed ex collega di squadra nel Calcio Longarone (guidato da De Lorenzi Giovanni) del suo predecessore Pierluigi De Cesero, cui ha fatto da fedele scriba(cchino) per dieci anni magnificandone le Gesta sui quotidiani locali; quando venne eletto Padrin era un dipendente diretto del Presidente Fiera nonché Direttore E segretario della "Fondazione Vajont" De Lorenzi Giovanni [un pregiudicato, impunito, evasore, pregiudicato e Grande Elettore di De Cesero] di cui Padrin ospita in consiglio anche la De Lorenzi figlia. Ah, curiosità: la "lista civica" di Padrin è teoricamente (oftalmicamente) di centrosinistra, ma elettoralmente «assicura la continuità colla precedente amministrazione» (DCP, di centrodestra/UDC): cose assolutamente longaronesi, of course.
Il padre del sindaco Padrin - Padrin Antonio - era solo casualmente l'assessore alle finanze del pluri-sindaco Bratti Gioachino: della serie coincidenze, 'continuità'... RP eredita dal collega/califfo DCP nel 2009 un Comune colle casse disastrate - vedi alla voce "piscina" - ma non puo' sottrarsi all'omertà che lo elesse, che tuttora lo NUTRE e che spesso gli fa dire cose che umanamente potrebbe risparmiarsi/risparmiarci ma "non può". Dopo vane genialate (nel programma elettorale vedeva come rimedio alla disoccupazione giovanile locale nientemeno che un grosso "call center", chiaramente mai poi fatto) e dopo l'idea da "igNobel" del "Giro d'Italia al Vajont" (2011), nel 2012 elargisce 100.000 euro pubblici all'ex-datore di lavoro pregiudicato De Lorenzi Giovanni, per - testuale! - "i FESTEGGIAMENTI del 50°" (e un altro milione di euro PUBBLICI gli sono regalati dalla Regione Veneto, che sta nel palazzo della SADE)
- Il ruolo di "(mini)Leccaculo dei Bravi Sindaci di Longarone" sul Gazzettino amico è passato pertanto dal giugno 2009 - per ovvie ragioni di opportunità e bigotta (in)decenza - da Padrin al neo-mini-scriba-nel-taschino «MDI»
[ DE CESERO Dott. Pierluigi [2, $indaco dal 06.2004 al 09.06.2009 - nel 2013 delinquente sotto processo e bancarottiere] ]
Nel 2004 rade al suolo il Sacrario, denuncia e umilia per questo un Sopravvissuto e due superstiti; il 19 ottobre sfratterà il Comitato, e poi un mese dopo denuncerà anche il sottoscritto per essermi PUBBLICAMENTE indignato, e FIRMATO.
Nel tempo, diviene *anche* A.D. di un'altra azienda (del medesimo bancarottiere del Vajont, & munifico suocero), e presidente/custode del CONIB di Longarone, l'Ente pubblico che gestiva i miliardi della ricostruzione, contiene i $egreti della Valle di lacrime, e le malefatte del $uocero.
Ah, e anche (auto-eletto) Presidente della Fondazione Vajont, quella stranissima "pseudo-ONLUS" nata con fondi anticipati dalla banca (BPV di Vicenza, che so praticare TASSI USURARI) e di cui l'On. Paniz è - altra CA$UALITÀ - ben a$$i$o nel CDA bellune$e.
Ri-applausi: tutto in famigghia.
[ DE CESERO Dott. Pierluigi [ 1, $indaco dal 14.06.1999 al 06.2004 ] ]
MIRACOLO italiano: in meno di quattro anni, il No$tro baldo giovinotto fancazzista diviene:
- laureato (grazie a una raccomandazione clericale locale, dopo 12 anni di vani e svogliati(ssimi) sforzi)
- sindaco di Longarone: lista 'civica' di centrodestra sostenuta da FI di Paniz (il programma politico però glie lo scrive De Lorenzi Giovanni, teoricamente di centrosinistra/valori OPPOSTI, e *centrato* sulla Fiera che DLG *presiede*);
- padre e marito (con un piccolo trucco, e grave scorno dell'ex-compagna dell'epoca, quella delle due *NON miliardaria*);
e
- l'ex sfaccendato precario 'fortunato' diviene dal nulla direttore d'Azienda (la $ua prima, nel 2003, quarante$imo del Vajont: l'altra Ź la SERMAN) entrambe 'dono' del munifico $uocero bancarottiere Vajont per via della nipotina 'prodottagli'; a seguire, BMW X6 e ci si dedica all'ippica. Aléeee....
[ BRATTI Prof. Gioachino [ 4, Sindaco dal 24.04.1995 al 13.06.1999 ] ]
In sintesi (in estrema sintesi): per vent'anni, grazie a Lui - lo ieratico Santo Sindaco Bratti - hanno mangiato alla grande CANI et PORCI, e amici e vajasse beghine. Unico freno, il segretario Comunale.
Per il resto, vent'anni di "belle parole, piene di vento" da sindaco, e paziente controllo di ogni sospiro, da sindaco e non. Gli succederà - così lo descrisse la stampa locale - il "suo pupillo" DCP. Che Bratti aiuterà, ovviamente mentendo ai giudici in aula e in mia assenza, in una querela contro di me (2006).
Ah: l'amicone Paniz, avvocato preferenziale/autoreferenziale di codesto Comune, è - come Bratti - "co-Presidente onorario (sic!) di Bellunesi nel Mondo", Ente benemerito e fonte di vacanze brasileire che Bratti presiedeVA "a vita" fin dal giorno della sua fondazione (gennaio 1966, durante il periodo Protti) fino (2012) a pochi mesi fa. "Tutto si tiene", come diceva Sciascia.
[ BRATTI Prof. Gioachino [ 3, Sindaco dal 28.05.1990 al 23.04.1995 ] Ordinaria amministrazione, omertà, & anniversari ]
[ BRATTI Prof. Gioachino [ 2, Sindaco dal 12.06.1985 al 27.05.1990 ] Ordinaria amministrazione, omertà, & anniversari ]
[ VENTUROLI Ilario [ Sindaco dal 30.01.1981 al 11.06.1985 ] ]
Durante la sua amministrazione - e in corso del finale di "Processo Vajont" - l'Avv. Sandro Canestrini rileva amaramente la mafiosità intrinseca di questo Comune e la sua apparente impossibilità a chiamare le cose col loro NOME, o anche solo a PUBBLICARE determinate prese di posizione pubbliche ('rosse', e perciò di "Sciacalli"??).
[ SACCHET Vittorio [ Sindaco per meno di sei mesi, dal 30.06.1980 al 29.01.1981. Il sindaco longaronese più veloce del West ] ]
[ BRATTI Prof. Gioachino [ 1, esordio; Sindaco dal 08.07.1975 al 29.06.1980 ] Da sempre in Comune come consigliere, è venuto il suo turno. Ordinaria amministrazione, omertà, & anniversari ]
[ POLLA Rag. Gio. Battista [ Sindaco dal 02.10.1971 al 07.07.1975 ] Ordinaria amministrazione, omertà, & anniversari. Dal sindaco Polla, partono gli accordi e la COLLUSIONE colla Curia bellunese. Tuttora vigenti.]
[ GALLI Ing. Arrigo [ Sindaco dal 14.07.1970 al 01.10.1971 ] Ordinaria amministrazione, omertà, & anniversari ]
[ PROTTI Dott. Gian Pietro [Sindaco dal 10.12.1964 al 13.07.1970 ]
Da questo momento, si insediano in Longarone (Comune) e prendono il controllo formale della situazione (e modificano le iniziative processuali originariamente avviate da Arduini lasciando il sentiero PENALE per concentrarsi al piano CIVILE) i medesimi poteri che idearono e generarono la STRAGE e attraverso Protti dal 1964 depistarono e sgonfiarono processo aquilano e Parte civile, e copersero fino ai nostri giorni le RESPONSABILITA' dei COLPEVOLI e la reale natura dell'eccidio ]
Protti, sebbene abbia avuto la propria famiglia completamente trucidata, ufficialmente si RITIRA come Sindaco dalla Parte Civile processuale e IN COMUNE mette a disposizione dei suoi superstiti analfabeti e scossi una stanza ed un impiegato per meglio farli aderire alla squallida TRANSAZIONE "ENEL-LEONE", di cui Gioachino Bratti fu uno dei più solerti persuasori porta-a-porta, di casa in casa dei renitenti/indecisi.
Ma come privato, Protti rimarrà Parte Civile fino alla Cassazione.
La evidente *stranezza* della sua mancata esultanza/emozione alla definitiva sentenza di colpevolezza di SADE/ENEL nei confronti dei SUOI MORTI e cittadini viene però notata e *annotata* dall'Avv. Giorgio Tosi nel suo libro del 2009, "Vajont - Mors inimica venit".
Il che ha confermato, a distanza di anni, le MIE pessime intuizioni iniziali, incredule, sul c.d. "operato illogico" del Sig. Protti Gian Pietro.
Ed è in QUESTO, che risiede principalmente il "peccato originale" di Longarone "amministrazione MAFIOSA/OMERTOSA", poi perpetuatosi fino ai nostri giorni.
E che spiega "ab ovo" determinati comportamenti apparentemente anti-logici (lo sfratto De Cesero 2004 e le sue offese esplicite, e attacchi a Sopravvissuti e superstiti), anti Storici (vedi alla voce "Legge Vajont Memoria del 9 ottobre '63 (stravolta col concetto di incuria") e decisamente MAFIOSI (esemplare l'affare "Nuova centralina Vajont"; e quest'ultima, per lucro e gloria dell'ex-sindaco gigolò-milionario De Cesero Pierluigi e del suo degno socio/avvocato/testimonial On. Avv. Paniz Maurizio).

[ ARDUINI Terenzio [ vice-sindaco superstite, e Pro-sindaco reggente dal 22.11.1963 al 09.12.1964 ] ]

[ CELSO Giuseppe Guglielmo [(deceduto nella strage) Sindaco dal 14.11.1960 al 09.10.1963 ] ]

[ DE VECCHI Giuseppe - Sindaco dal 03.06.1956 al 13.11.1960 ]

Problemi col sito? Dissensi?
Segnalazioni, commenti, informazioni?

0   Scrivimi !!

Un tempo, leggevi queste cose e ti trovavi su www.vajont.org.
Poi sbucarono - e vennero avanti - i delinquenti, naturalmente quelli istituzionali ....

  


Ai navigatori. Queste sono tutte pagine "work-in-progress" (modificabili nel tempo) e puo' essere che qualche link a volte non risulti efficiente, soprattutto quelli obsoleti che puntano (puntavano) a dei siti web esterni. Scusate, e eventualmente segnalatemelo indicandomi nella mail la pagina > riga > link fallace.

[Home page] [Visite Museo] [Video - Video, 2 - Video, 3] [Libri] [Memoria] [Cimitero] [Lo $tupro dei Morti e dei VIVI]

[Testimonianze Vajont ] [Cronologia] [Audio] [Cazzate] [CURIOSITA'] [Canzone] [Credits] [ENGLISH english pages]

Ritagli di giornali, motivazioni e libere opinioni, ricerche storiche, testi e impaginazione di Tiziano Dal Farra - Belluno
(se non diversamente specificato o indicato nel corpo della pagina)

« VOMITO, ERGO SUM »

Fortogna:
nella foto sotto, il *Giardino delle bestemmie* attuale, un fal$o TOTALE dal 2004: un falso storico, fattuale, e ASSOLUTAMENTE IMMORALE da 3,5 mln di Euro. Un FALSO TOTALE e oggettivo - a cominciare dai FALSI cippi «in marmo di Carrara» - targato *sindaco De Cesero Pierluigi/Comune di Longarone 2004*.
Oggi questo farlocco e osceno «Monumento/sacrario» in località S. Martino di Fortogna riproduce fedelmente in pianta e in miniatura, come un parco "Italia" di Viserbella di Rimini, il campo "B" del lager nazista di Auschwitz/Birkenau. Fantastico, no? ed e' la verita' verificabile ma se solo ti azzardi a dirlo o far notare le coincidenze, sono guai. $eri. Perché... qui in Italia, e soprattutto in luoghi di metàstasi sociale e interessi inconfessabili come la Longarone 'babba' ... «la Verità si può anche dire. Ma però che non ci sia nessuno che l'ascolti (o legga!)»

0

Ma tutto deve andare come da copione, in Longar-Corleone. Dal dicembre del 1964 qui è così: lo mise nero su bianco gente colle spalle ben più larghe delle mie, e in tempi non sospetti:

«E' quasi come in Sicilia, mi creda; a Longarone si configurano gli elementi tipici della mafia. Non è questione di partito 'A', o 'B'; c'è un determinato giro fatto di poche persone all'interno del quale non entra nessuno. Il potere è in mano a costoro, cinque o sei persone a Longarone, e poi qualche diramazione fuori, cioè altre persone nei posti giusti, perché un sistema del genere non può sopravvivere se non c'è corruzione».
Fonte: Giampaolo Pansa, sul Corriere della Sera del 9 ottobre 1973; sta riportato sul libro della Lucia Vastano. LIBRO CONSIGLIATISSIMO.

vajontOrgLogo - somerights_CC - Fatta a mano con un Mac